Scegliere il miglior hosting per il sito web della tua azienda

Pubblicato Dom, 31/07/2016 - 18:19 da Andrea Rinaldi
Spazio aziendale

La scelta dell'hosting è uno dei primi passi da compiere quando decidi di crearti un sito web per la tua azienda. Questa è una scelta che influenzerà il futuro del tuo sito web aziendale e quindi della tua impresa. Un server efficiente è infatti un investimento fondamentale, esattamente come la posizone è importante quando apri un'attività commerciale tradizionale.

Non scegliere quindi in base alla tariffa più bassa che ti viene proposta o al fatto che il servizio sia molto pubblicizzato. Non avere fretta e documentati.

In questo post ti spiegherò come capire e valutare le caratteristiche di un servizio di hosting. Alla fine sarai in grado di comprendere le offerte che ti vengono proposte e fare così la tua scelta vincente.

Iniziamo.

 

Scegliere il servizio di hosting giusto per il tuo sito web

Non esiste una soluzione di hosting perfetta, esiste la soluzione più adatta alle tue necessità. Questo è il motivo per cui il primo passo da compiere quando si sceglie un servizio di hosting è capire esattamente di cosa hai bisogno. Il sistema più semplice è quello di porti queste semplici domande :

 

  • Che tipo di sito web vuoi aprire (sito web, blog, e-commerce)?

  • Che tipo di contenuti vuoi ospitare (immagini, video, testo)?

  • Quante persone potrebbero visitarti in un mese (traffico)?

  • Sono previsti programmi da eseguire all'interno del sito web?

  • Eseguirai transazioni con scambio di dati sensibili (e-commerce)?

 

Vediamole nei dettagli.

 

1) Tipo di sito web

Esistono fondalmentalmente due grossi gruppi di siti web :

 

  • Sito statico (es. sito-vetrina, portfolio): è il sito web tradizionale, costituito da pagine HTML connesse tra loro da link. E' una soluzione che in genere non richiede grosse prestazioni. Devi valutare le dimensioni dello spazio web, che dipende dal tipo di contenuti che vuoi ospitare.

  • Sito dinamico (blog, community, ecommerce): è il tipico sito web 2.0, in grado di interagire con l'utente. Questo tipo di sito web è gestito da un software specifico (CMS), che richiede la presenza di alcuni servizi sul server per poter funzionare.

 

2) Tipo di contenuti ospitati

I siti web moderni difficilmente contengono solo testo. Spesso si associano contenuti multimediali, come immagini e filmati. Purtroppo questi contenuti occupano spazio sul server per essere ospitati. Avremo così diverse esigenze, in funzione del tipo di sito web che gestiamo.

  • Siti di grandi dimensioni (alcuni gigabyte) : hanno numerose immagini, spesso ad alta risoluzione (es. portfolio di un fotografo, catalogo di un grosso e-commerce) o filmati.

  • siti di piccole dimensioni (alcuni megabyte): hanno generalmente molti file di testo con poche immagini (es. blog, piccolo sito aziendale statico).

 

3) Volume di traffico

Sono i visitatori che accedono al tuo sito in un periodo di tempo. Ogni server, in base al contratto di fornitura scelto, può gestire un determinato volume di traffico mensile. Qunado si supera il limite viene limitato l'accesso al sito web.

Questo problema si manifesta raramente all'avvio di un sito web. Quando la fama del sito web si diffonde, le visite mensili aumentano e possono superare la soglia critica.

Fortunatamente esistono diversi software in grado di monitorizzare il traffico ad un sito web. Il più noto è Google Analytics, ma spesso il tuo fornitore di servizi ti mette a disposizione un servizio di monitoraggio, che ti avvisa quando il traffico diventa eccessivo.

Se ciò dovesse accadere non ti resta che passare ad un'offerta di hosting di livello superiore (upgrade), in grado di gestire volumi di traffico maggiori. Per questo motivo è importante verificare che il tuo fornitore di servizi ti permetta di effettuare un upgrade in qualsiasi momento, senza dover aspettare la scadenza del contratto.

 

4) Applicativi da eseguire

I siti web moderni sono gestiti da software più o meno complessi. Il server deve perciò possedere le capacità tecniche (memoria e capacità di calcolo) necessarie al loro funzionamento.

Molti di questi programmi per funzionare hanno bisogno che il server possa gestire i database e che supporti il PHP, il linguaggio di programmazione lato server.

 

5) Transazione di dati sensibili

Un esempio tipico è quello dell'e-commerce. Al momento del pagamento il cliente deve inviare il proprio numero di carta di credito. Questa transazione deve essere eseguita in modo sicuro, per evitare furti da parte di hacker.

Se decidi di avviare un e-commerce è fondamentale che il tuo fornitore di hosting sia in grado di gestire le connessioni protette.

 

Quando hai capito le tue esigenze è il momento di passare all'azione, cioè contattare un fornitore di hosting e procedere all'acquisto. Ti vengono fornite alcune proposte, con caratteristiche e costi diversi. Il tuo problema fondamentale adesso è capire cosa significano queste offerte e quali servizi ti servono per gestire al meglio la tua attività online.

Iniziamo con le nozioni fondamentali.

 

 

Capire cosa è un server

La tua attività online si svolge attraverso un sito web, che può essere un sito tradizionale, un blog, un e-commerce o un insieme di queste tre tipologie.

Un sito web è costituito da file, ospitati in un computer (il server), collegato in rete e gestito da un apposito sistema operativo (es Linux server). Gli utenti della Rete possono visualizzare questi file utilizzando un programmma, chiamato browser 8es Internet Explorer).

Un server in genere è costituito da molti computer, ciascuno dotato di quattro elementi fondamentali:

  • processore (CPU) : esegue i programmi di gestione del sito web

  • memoria (RAM) : è lo spazio in cui vengono ospitati file e programmi in esecuzione

  • hard disk : ospita i file che costituiscono il tuo sito web

  • banda: la connessione a Internet

 

Un servizio di hosting è una società, che possiede un server e affitta a ditte e privati spazio per creare siti web.

Spesso queste società, non si limitano a fornirti uno spazio web, ma sono in grado di fornirti anche alcuni servizi accessori. Tra questi il più importante è il dominio, cioè l'indirizzo che permette di raggiungere il tuo sito e visualizzarlo. Puoi comprarlo separatamente, ma alcuni fornitori di hosting te lo forniscono gratuitamente al momento dell'acquisto dello spazio web.

 

Le caratteristiche di un server

Quando decidi di aprire un esercizio commerciale cerchi di procurarti il locale che meglio si adatta alle tue necessità e alle tue disponibilità economiche. Valuti alcuni parametri come le dimensioni, la facilità di accesso, la presenza di alcuni servizi.

Quando acquisti uno spazio web ti comporti allo stesso modo. Il problema è che non essendo esperto del settore, potresti trovarti in difficoltà a capire se il servizio che ti offrono è adeguato o meno alle tue esigenze. Alcuni servizi sono a pagamento, per cui è imporatnte capire se ti servono realmente. Vediamo nei dettagli i parametri che dovrai valutare.

 

1) Dimensioni dello spazio web

La scelta delle dimensioni di un negozio dipendono dal tipo e dalla quantità di merci che decidi di esporre. Al momento dell'acquisto cercherai di acquistare una quantità di spazio sufficiente ad ospitare e esporre i tuoi prodotti. Lo stesso principio vale per le dimensioni dello spazio web. Come abbiamo visto, le tue esigenze di spazio su un server sono determinate dal numero e dalle dimensioni dei file, che costituiscono il tuo sito web.

Devi anche considerare se e come il tuo sito web evolverà nel tempo. Un sito vetrina di solito non subisce drastiche variazioni, mentre un blog o un portfolio vengono periodicamente arricchiti di contenuti, per cui le loro dimensioni aumentano nel tempo.

Se hai dei dubbi, scegli sempre un servizio che ti permetta di modificare in qualsiasi momento l'offerta di hosting (upgrade). Quando ti accorgi che lo spazio scarseggia, puoi passare al piano di hosting superiore.

 

2) Tipologia di Server

Le risorse di un server possono essere gestite in diversi modi. Lo scopo è ottimizzare le prestazioni per mantenere bassi i costi di gestione per il cliente. Infatti una soluzione standard avrebbe finito per essere eccessiva per alcuni e carente per altri.

I server adottano principalmente tre soluzioni :

 

1) Server condiviso (o shared): è la soluzione più utilizzata. Diversi utenti sono ospitati e gestiti da uno stesso computer del server. Perciò condividono le risorse (banda, memoria e processore), pur mantenendo un proprio spazio indipendente sull'hard disk.

Ha il vantaggio di :

  • funziona bene con basso traffico di visite

  • è facile da gestire

  • è la soluzione più economica (da 5 euro, fino a 20 euro al mese in base al livello scelto)

 

Questa è la soluzione ideale per chi avvia un'attività online, quando il sito web è ancora piccolo e il numero di visite giornaliero ancora contenuto.

 

2) Cloud hosting : il sito web è gestito da una rete di computer (cloud), che condividono le risorse. Il carico di lavoro viene distribuito su più macchine, per cui le prestazioni sono superiori a quelle di un host condiviso. Purtroppo anche i costi sono superiori.

 

3) Server dedicato: hai un computer a tua completa disposizione, senza dover condividere nessuna risorsa. Ha prestazioni molto elevate e può ospitare anche più siti web diversi, come ad esempio il sito web e il blog aziendali, associati ad un e-commerce. Più sicuro, ma anche più complesso da gestire. Questa è la soluzione più costosa (centinaia di euro), concepita per grandi siti aziendali con un elevato volume di visite giornaliere.

 

3) Accessibilità

Un sito web è visibile quando il server funziona correttamente (uptime). Qualsiasi malfunzionamento impedisce agli utenti di raggiungerti.

Al momento dell'acquisto bisogna verificare che il periodo di uptime sia sempre molto elevato.

 

4) Velocità

L'utente non si accontenta che il tuo sito web sia sempre raggiungibile, vuole anche raggiungerlo rapidamente, quando ne ha bisogno. Se il sito web risulta lento da caricare, i clienti si annoiano e lo abbandonano.

Inoltre i motori di ricerca, come Google, tendono a penalizzare i siti web lenti, evitando di consigliarli ai prorpi utenti. Non a caso la velocità di caricamento è uno dei fattori più importanti per il SEO di un sito web.

La maggior parte dei siti web moderni vengono creati utilizzando specifiche applicazioni, note come Content Managemente System (o CMS). Questi programmi permettono a chiunque di creare facilmente un sito web, come un blog. Il problema è che, quando un utente accede al tuo sito web, il CMS deve assemblare la pagina richiesta, prima di poterla visualizzare. Questa operazione richiede del tempo, che contribuisce a rallentare il caricamento di una pagina web. Fortunatamente sono stati sviluppati dei servizi caching in grado di archiviare una copia già pronta all'uso di ciascuna pagina, risparmiando così tempo di caricamento.

Perciò, quando acquisti uno spazio web, assicurati sempre che il tuo fornitore di hosting disponga un servizio di caching (es Supercacher).

La velocità di caricamento di un sito web dipende anche dalla distanza a cui l'utente si trova rispetto al server. Per risolvere questo problema, i grandi fornitori di servizi di hosting, hanno creato server in più nazioni, al fine di ridurre la distanza tra server ed utente. Un ulteriore passo avanti è stato quello di distribuire anche i servizi di caching su server regionali. Sono nati così i Content Delivery Network (CDN), un altro servizio che ti conviene procurarti dal tuo fornitore di hosting.

Spesso esistono due versioni di questo servizio: una gratuita (Free) e una più potente a pagamento (Pro).

 

5) Sicurezza

Sempre più frequentemente senti parlare di attacchi informatici con violazione di siti web ad opera di hacker. Il risultato sono malfunzionamento del sito web, sabotaggi sui contenuti, furto di dati sensibili. I ladri possono entrare nel tuo e-commerce, come può avvenire anche per un esercizio commerciale tradizionale.

I servizi di hosting professionali installano e mantengono aggiornate le contromisure di sicurezza.

Hanno inoltre a disposizione una squadra di esperta sempre in allerta e pronta ad intervenire in caso di attacco.

 

6) Pannello di controllo

Il tuo sito deve essere gestito dopo l'avvio. Devi poter intervenire sui file, monitorizzare le risorse, gestire database o i servizi web (e-mail, cache, ecc.). Tutto questo viene fatto attraverso comandi che devi inviare al server.

Fortunatamente negli ultimi anni sono stati introdotti dei sistemi di gestione basati su icone, come cPanel. Un'interfaccia semplice e intuitiva, simile a quelle di un comune smarphone, ti permette di gestire ogni funzione del tuo spazio web.

Assicurati che il tuo spazio web possieda uno di questi pannelli di controllo.

 

7) Assistenza tecnica

Avere un malfunzionamento del sito web vuol dire perdere clienti e soldi. I servizi di hosting professionale hanno un servizio di assistenza rapido ed efficiente, che può essere contattato con diverse modalità (chat, telefono, ticket).

 

8) Posta elettronica

E' un servizio fondamentale per essere contattato dai clienti. Ti vengono fornite una o più caselle di posta elettronica con lo stesso dominio da te scelto per il sito web. Oltre ad essere più facili da memorizzare per il cliente, ti conferiscono professionalità, un elemento da non sottovalutare quando devi acquisatre fiducia agli occhi dei tuoi potenziali clienti.

 

Scegliere l'offerta giusta

Adesso che sai di cosa hai bisogno e cosa ti offre il mercato viene il momento di decidere quale offerta scegliere. La risposta dipende dal livello di evoluzione del tuo business on-line.

 

  • Fase di avvio: non hai bisogno di prestazioni molto elevate perchè nessuno ancora ti conosce e devi iniziare a creare il tuo traffico in entrata. Hai ancora pochi contenuti da presentare, per cui non necessiti di molto spazio web. La soluzione ideale è un host condiviso, che ha peraltro un basso costo di gestione. All'interno di questa tipologia di offerta in genere i fornitori di servizi hanno diverse offerte con prestazioni (e costi) crescenti.

  • Fase di business consolidato: il tuo giro di affari è così elevato che satura le prestazioni di un server condiviso, per cui passi ad un cloud e se questo non basta approdi al server dedicato, dove ti vengono fornite il massimo di prestazioni in fatto di hardware e larghezza di banda. Hai così tante risorse da poterci gestire più siti (ad esemipo piattaforma e-commerce e blog aziendale).

    Il costo però è decisamente superiore alle offerte precedenti e con difficoltà di gestione tecnica superiori. Ma a questo punto il tuo business è così redditizio da poter ammortizzare le spese di gestione.

 

Gli altri servizi di cui ti ho parlato hanno spesso una versione base gratuita, spesso già attiva al momento dell'acquisto dello spazio web. Per i primi tempi puoi usare quella.

Quando il tuo giro di affari cresce ti conviene passare all'offerta a pagamento (versione pro), che ha prestazioni più adeguate ad un sito web più attivo. Anche in questo caso i maggiori proventi ti permetteranno di ammortizzare il costo aggiuntivo dei servizi.

 

 

E gli hosting gratuiti?
 

Se hai una ditta e vuoi avere un sito web che ti aiuti a creare un'immagine vincente, devi tenerti alla larga dai servi di hosting gratuiti.

I motivi sono :

  • spesso devi incorporare banner pubblicitari altrui

  • prestazioni limitate in termini di spazio web e ampiezza di banda

  • limiti nei contenuti pubblicabili (spesso non sono ammessi servizi commerciali)

  • dominio non personalizzabile

  • manca l'email

  • scarsa personalizzazione del sito (non tutti i widget sono caricabili)

  • scarsa assistenza tecnica

 

Puoi prenderli in considerazione al massimo se vuoi fare pratica con il sistema, prima di partire con il tuo sito aziendale. Hai una buona palestra gratuita, dove non rischi di bloccare l'accesso ai tuoi clienti paganti se commetti un errore.

 

Conclusioni

Il servizio di hosting influenza le potenzialità del tuo sito web e quindi la possibilità che abbia successo. Perciò è un investimento importante, che devi poter compiere dopo aver acquisito le giuste conoscenze tecniche.

Proprio perchè si tratta di un investimento devi saper spendere bene i tuoi soldi senza risparmiare su caratteristiche importanti. Allo stesso tempo non devi sprecare soldi, acquistando servizi inutili o sproporzionati alle tue reali necessità.

Se hai dei dubbi non lanciarti, ma documentati e consulta prima qualcuno che ha più esperienza di te.

Aggiungi un commento