Perché devi creare al più presto una community attorno alla tua attività online

Pubblicato Dom, 11/06/2017 - 21:02 da Andrea Rinaldi
Tigri in gabbia e community

Se hai deciso di aprirti un blog e non hai traffico, crearti una community può essere la soluzione più rapida ed efficace per i tuoi problemi. Raccogli intorno al tuo blog un gruppo di persone che ti segue ed interagisce con te. I benefici saranno numerosi e non solo in termini di un maggior traffico.

In questo post ti spiegherò cos'è una community e perché devi iniziare subito a crearne una per il tuo blog.

Iniziamo.

 

Cos'è una community

Le prime community della storia sono nate probabilmente intorno ad un falò. I nostri antenati si riunivano per parlare della caccia, l'argomento che coinvolgeva maggiormente tutti i membri della comunità. Ogni cacciatore condivideva qualcosa: esperienze vissute, problemi e qualche volta soluzioni. Ogni membro della community poteva partecipare aggiungendo valore e contribuendo alla soluzione dei problemi comuni.

Questo è lo spirito delle community: un gruppo di persone che si riuniscono per discutere.

Gli obiettivi sono molti: mantenersi informati su un argomento, proporre problemi, trovare soluzioni o semplicemente passare il tempo. L'elemento alla base di ogni community è che tutti i membri condividono un interesse comune.

Le prime community in Rete sono nate attorno ai forum, alle mailing list e alle prime chat IRC. Era l'epoca del Web 1.0 e i siti web erano ancora statici e sprovvisti di quella interattività, a cui siamo abituati adesso.

Solo negli ultimi anni però sono diventate un fenomeno significativo. Questo per 2 motivi :

 

1) diffusione dell'accesso a Internet

Il numero di persone, che possono partecipare ad una community, è cresciuto esponenzialmente. Grazie agli smartphone adesso possiamo restare in contatto con la nostra community praticamente ovunque.

 

2) La nascita dei blog e dei social network

L'introduzione di nuove tecnologie informatiche ha reso possibile la creazione di siti web interattivi. Adesso gli utenti possono partecipare direttamente alle discussioni sui sito web, attraverso i commenti. Nascono così delle interazioni che possono arricchire l'intera community, compreso l'autore del sito web.

Questo fenomeno è ulteriormente amplificato sui social network, dove le discussioni possono diventare virali, divampando per il Web in tempi rapidissimi e coinvolgendo migliaia di utenti.

 

I vantaggi di creare una community

 

Ogni community porta enormi vantaggi a tutti i suoi utenti. Tu che la gestisci ne trai ulteriori benefici.

Vediamoli nei dettagli.

 

1) Conosci meglio i tuoi utenti e i loro problemi

Tramite le discussioni e l'interazione con i tuoi utenti, impari a conoscerli. Capisci così meglio chi sono, quali sono i loro problemi e le loro necessità.

Questo ti permette di :

a) creare contenuti su misura: se sai chi sono i tuoi utenti, sai anche quali sono i canali di comunicazione che utilizzano. Preferiscono le immagini di Instagram, i filmati di Youtube o i tweet brevi di Twitter? Saper quale canale usare e quali contenuti preferire vuol dire poterli raggiungere in modo più efficace.

b) creare soluzioni su misura: quando le discussioni riguardano i tuoi servizi o i tuoi prodotti, puoi ottenere importanti informazioni (feedback). Questa ti permettono di capire quali sono i difetti e i punti di forza di ciò che offri. Il passo successivo è migliorare la tua offerta, con prodotti e servizi più mirati per i tuoi utenti.

 

2) Migliori il traffico al tuo blog

Nelle prime fasi di avvio di un blog è importante trovare delle soluzioni rapide per generare traffico.

Il SEO purtroppo richiede dei mesi per dare frutti. Inoltre i link in ingresso (backlink), che sono tra gli elementi più importanti del SEO, sono difficili da ottenere per un blog appena avviato.

La community al contrario è in grado di generare rapidamente traffico. Questo può avvenire in modo :

 

  • diretto: i membri della community frequentano con regolarità il tuo blog per leggere i nuovi post. Chi commenta un post torna anche per leggere la tua risposta o i commenti di altri utenti.

  • indiretto: i membri condividono sui social network i post più interessanti. Questo permette a persone estranee alla community di conoscerti e visitare il tuo blog.

 

Se i contenuti che crei sono apprezzati, col tempo può diventare un'autorità nel tuo campo. Le persone iniziano a riconoscerti, a stimarti e a citarti nei loro post. Si creano così backlink al tuo blog, con enormi benefici anche in termini di SEO.

 

3) Migliora la tua reputazione

Aiutando i membri della tua community ti conquisti la loro fiducia e migliori la tua reputazione. Col tempo emergi all'interno del tuo settore di competenza, acquistando l'immagine di esperto.

I membri della tua community iniziano a parlare di te e col tempo arrivano nuovi membri.

Come abbiamo visto, se hai una buona reputazione ottieni backlink e questo aumenta la tua reputazione anche agli occhi dei motori di ricerca.

 

4) Fidelizzazione dei clienti

Se mantieni i contatti con i tuoi clienti, è probabile che col tempo tornino ad acquistare nuovamente i tuoi prodotti o i tuoi servizi. I costi di gestione di una community sono inferiori a quelli di una campagna pubblicitaria. Questo significa che fidelizzare un cliente, che torna ad acquistare da te, alla fine di costa meno che acquisire nuovi clienti con le tecniche tradizionali di marketing.

 

Svantaggi di creare una community

Come prevedibile, la community non offre solo vantaggi. Vediamoli nei dettagli.

 

1) Richiede tempo ed impegno costante

Se vuoi essere utile ai tuoi utenti devi sempre essere pronto ad ascoltarli ed aiutarli con i tuoi consigli. Nelle fasi iniziali, quando nella community sono presenti poche decine di utenti, li puoi gestire con minimo impegno.

Se la community ha successo e gli utenti diventano migliaia, è inevitabile che rispondere rapidamente a tutti diventi impegnativo, soprattutto in termini di tempo.

Se abbandoni a se stessi i tuoi utenti finisci per condannare anche la tua community.

 

2) Il successo non è garantito

Spesso, dopo aver investito tempo e qualche volta anche denaro, la community non decolla. Ti ritrovi con pochi membri e un traffico penoso.

Spesso capita quando si avvia, con poca esperienza, una community da zero.

La causa più frequente è quella di non avere definito bene la propria nicchia e quindi non capire bene a quali utenti rivolgersi, come trovarli e soprattutto quali contenuti creare per coinvolgerli.

Spesso la soluzione migliore è entrare in una community già esistente. In questo modo puoi imparare molto da come viene gestita. Inoltre hai l'occasione di farti conoscere e in seguito creare una community tua, in cui invitare le tue nuove conoscenze.

 

 

Conclusioni

 

La community è uno strumento potente per accrescere la tua reputazione online e creare traffico al tuo blog.

Come tutti gli strumenti deve essere usata in modo appropriato, per ottenere i massimi benefici. L’alternativa è investire tempo e denaro senza ottenere i benefici sperati.

Aggiungi un commento